Aleatico dell’Elba Passito DOC – Sapereta 2006

Uvaggio: Aleatico

E finalmente da queste parti passa un bevuta dolce. Ne era passato, francamente, troppo, di tempo. Io lo avevo preso direttamente sull’isola, la scorsa estate e si, avete ragione, potevo aspettare ben di più per stapparlo. Però ero curioso, ecco.
E’ vino da grande meditazione, molto concentrato, dal colore fitto, violaceo scuro, carico, dagli archetti pesanti e definiti. Ha un impatto aromatico, al naso, straordinario per intensità e franchezza. Al di là del frutto rosso, ancora giovane e potente, emergono sensazioni erbacee, speziate, minerali. In bocca è pieno di sè, coniuga morbidezza e ruvidità. Il tannino è tanto, appena scontroso ma equlibrato. E’ lunghissimo, più di quanto ci si aspetti, e termina compatto, con una nota meno dolce. Se ne avete una bottiglia in cantina io dico di aspettare, potrà dare grandi soddisfazioni, anche se già adesso è buonissimo.

[s4]