Mitterberg IGT Hartmann Donà, Donà Rouge 2004

Uvaggio: Schiava, Lagrein, Pinot Nero

Alberto Noro, amico e bravissimo sommelier, da poco tornato a vivere a Perugia come il sottoscritto, mi ha fatto assaggiare questa bottiglia durante un’ottima cena al Civico 25, dove lavorava durante Umbria Jazz.
E’ vino presentato durante l’ultimo festival di Merano da, appunto, Hartmann Donà, ex enologo della cantina di Terlano.
L’assaggio? E’ molto interessante, dai profumi incredibilmente fini e variegati. Si va dalle più naturali sensazioni di piccola frutta rossa alle spezie, dolci ma affilate, da note leggermente eteree a note vegetali e bagnate. Per essere sostanzialmente una schiava ha profondità decisamente inaspettate. In bocca, poi, rimane in tensione ed è equlibratissimo. Finisce molto lungo. Solo dopo, quando si avvicina alla temperatura ambiente, tende un po’ ad ammorbidirsi. Ma va benissimo, eccome.

[s4]