Umbria IGT – Barberani, Grechetto 2008

GrechettoUvaggio: Grechetto

Bel colore, paglierino con riflessi appena dorati. Naso pulito ed elegante, molto fine, si direbbe. Fiori bianchi, certo, un qualcosa che ricorda il gelsomino. Accenni di frutta esotica ed una nota appena erbacea. In bocca è pieno, rotondo, coinvolgente, di grande bevibilità.
Ancora Barberani, quindi, dopo il Vermentino dell’altro giorno.
Grechetto convincente, davvero.

[s3]

Umbria IGT – Barberani, Vermentino 2008

Vermentino BarberaniUvaggio: Vermentino

Barberani, va detto, gode di una posizione splendida, sopra il lago di Corbara. Uno di quei panorami che vorrei vedere tutte le mattine dalla mia finestra. No, davvero, è splendido.
La tradizione è bianchista, almeno per tutta la zona di produzione, ma il vino forse più (ri)conosciuto è il Villa Monticelli, assemblaggio di sangiovese, merlot e cabernet. Ma sto andando fuori tema.
Il Vermentino, dal titolo di questo post, colore giallo paglierino carico, riflessi dorati, è assaggio in qualche modo spiazzante: il naso è di rara intensità. E’ croccante, sicuramente avvolgente, anche caldo. A sensazioni surmature si affiancano note di formaggio, di frutta gialla, quasi minerali, di gesso. In bocca, sul brevissimo periodo, impatta con forza e freschezza. Scorre sul palato lasciando un’idea di grande aromaticità ed è persistente. E’ al secondo assaggio, quello che per il sottoscritto è il tentativo di consapevolezza, che appare leggermente appesantito da una morbidezza accentuata. In generale una gran bella scoperta che, per adesso, paga qualche cosa in bevibilità.

[s2]