Trento DOC – Ferrari, Riserva del Fondatore ‘Giulio Ferrari’, Brut 1996

FerrariRiservadelFondatore

Uvaggio: Chardonnay

A dicembre avevo deciso che avrei brindato al nuovo anno con un Riserva del Fondatore. Insomma, il primo brindisi dell’anno è importante. E così infatti poi stato. Peccato che sia stato un brindisi con l’influenza, a casa, a letto e – imprecazione dovuta – la bottiglia sia rimasta lì, praticamente intatta.
E nonostante troppo spesso sia stato in difficoltà di fronte a chardonnay in purezza spumantizzati in Trentino va detto che Il riserva del Fondatore è buonissimo, senza ma: il colore è magnifico, giallo quasi dorato, con perlage particolarmente fine. Il naso è da manuale, molto intenso e molto complesso. Altrochè. Spazia dall’ananas al miele, dalla mela alla crosta di pane, dalla vaniglia al cioccolato bianco. Un vortice in cui perdersi. In bocca è caldo, morbido, fresco, sapido, avvolgente ed elegante. La persistenza è lunghissima, da commozione.
Se è vero che ho avuto difficoltà con altri blanc de blancs questo è il momento di dire forse. C’è sempre un’eccezione.

[s5]

Sauternes AOC – Château Suduiraut 1995

ChateauSuduiraut

Uvaggio: Sémillon, Sauvignon

Vino straordinario. Armonico, abbastanza equilibrato, e dalla persistenza praticamente infinita – ok, forse no, ma davvero lunghissima. Caldo, dolce e morbidissimo, abbastanza fresco. Suadente.
Al naso esprime sentori fruttati, floreali e speziati, intensi e piacevoli: miele, limone – in generale agrumi, crema pasticcera. Il colore è giallo dorato carico e splendente. Amo tantissimo i Sauternes, ça va sans dire

[s4]

Hello World!

Il blog è in linea. Credevo di metterci più tempo ed invece è stato – relativamente – più facile del previsto. Non so dove mi porterà questo spazio, ed è anche la curiosità che mi spingerà a scrivere qui nei prossimi tempi. E questo è il mio primo post.