in Parlo da solo

Gli Oscar del Vino 2013, o della restaurazione

Oh, uno non si può distrarre un attimo che a Roma provano subito a portare in scena la restaurazione. Miglior vino dell’anno: uno chardonnay siciliano. E poi il Sassicaia (niente da ridere, buonissimo ma.. davvero?) e i vini di Bellavista, Ca’ del Bosco, Feudi di San Gregorio, Leone de Castris. Miglior enologo: Riccardo Cotarella. Premio speciale della giuria: BRUNO VESPA.

Che primavera stupenda, questa del 1999.

Scrivi un commento

Commento