in Parlo da solo

Quel periodo dell’anno in cui inevitabilmente si finisce per dare un’occhiata anche veloce ai tanti premi assegnati dalle guide cartacee

Fine settembre, quel periodo dell’anno in cui si comincia a parlare insistentemente di guide e dei rispettivi premi. Non sono molti i blog che si sottraggono alla tentazione, pubblicare le anticipazioni sui Tre bicchieri ed i loro fratelli garantisce un discreto numero di accessi durante tutto l’anno. Alle guide ovviamente la cosa non può che fare gioco, garantisce loro un minimo di visibilità riportandole per qualche settimana al centro dell’attenzione.

Quest’anno l’unica novità di rilievo è che i ragazzi di Slow Wine, la guida edita da Slow Food, stanno pubblicando con cadenza giornaliera le anticipazioni sul loro sito (oggi per esempio è il turno del Chianti Classico). E, cosa ancor più rilevante, non si tratta di uno sterile elenco di cantine e di vini. Spiegano, raccontano, descrivono le loro scelte. Bravi.

Edit: Mi segnalano che anche al Gambero Rosso stanno facendo qualcosa di simile. Il viaggio alla scoperta dei Tre bicchieri è raccontato giornalmente sull’omonima newsletter e poi sul sito, io l’ho trovato qui (un cenno agli sviluppatori del GR: uhm, se solo ci fosse un feed cui abbonarsi..).

Scrivi un commento

Commento