in Vedo gente, faccio cose

Su e giù per Parma

Il programma migliore (forse) è proprio questo. Andare a trovare vicino Langhirano Camillo Donati, chiacchierare amabilmente con lui davanti ad una strepitosa Malvasia Rosa 2010 e riempire letteralmente il bagagliaio di cartoni composti da bottiglie assortite. Euforici, dirigersi verso Parma per scoprire quella che lì per lì potrebbe tranquillamente essere definita come l’enoteca definitiva. Si chiama “Hi-Fi News Musica In Tavola” e non c’è molto da aggiungere se non che c’è tutto quello che ami. Ma proprio tutto. Bottiglie splendidamente esposte in diverse stanze ed un sottofondo che non solo stupisce per la pulizia del suono ma avvolge ed accompagna. Tutto grazie agli altri prodotti in vendita: amplificatori ad alta fedeltà, appunto. È l’enoteca di Guido, la stessa persona che ritroverete la sera a farvi strada nei meandri della carta dei vini della Locanda Mariella. Un’enciclopedia che guarda ad un po’ tutto il mondo del vino e capace di offrire annate spesso introvabili con un occhio di riguardo ad una regione spesso difficile da trovare altrove: lo Jura. A Calestano, all’inizio di quell’Appennino Tosco-Emiliano che guarda verso La Spezia.

Scrivi un commento

Commento

  1. Jacopo, non conoscevo l’esistenza di questo affascinante locale. Lo devo vedere. Poi, così relativamente vicino a casa!
    Penso che passata la “calura” di questi giorni, seguirò il tuo consiglio e ti emulerò.

  2. Grandi persone, grandi luoghi -sia a Parma che a Calestano, e un amore vero che si declina in competenza e rispetto, anche sul fronte prezzi.