in Assaggi, Veneto

La garganega sui lieviti di Giovanni Menti

Avevo aperto l’editor con l’intenzione di scrivere di tutt’altro. Poi mi è venuta in mente la garganega sui lieviti di Stefano Menti e sono tornato indietro, l’ho bevuta troppe volte e con troppo godimento per non dedicarle un post. Si tratta di una garganega rifermentata in bottiglia che viene da una delle sue zone più vocate, da Gambellara, da vigne di circa trent’anni, la cui rifermentazione in bottiglia viene fatta ripartire con un po’ di mosto di Recioto e che costa molto meno di dieci euro. Is it that simple? Si, e via pedalare.

Mi piace da matti perchè è fresca, appagante, lineare. Al naso invita subito all’assaggio, lo stesso che dopo pochi secondi si rivela goloso, sostenuto e di gran beva. E poi funziona bene a qualunque ora, prima, durante e dopo cena. Scusate: sono uscito dal tracciato della solita degustazione, ma è bicchiere che bevo sempre con grandissimo piacere, e tanto mi basta.

Scrivi un commento

Commento