in A sud di nessun nord, Marche

Giorno uno: Offida, Aurora e il pecorino


Giornata spettacolare oggi, me ne sono reso conto in un momento preciso: stavo salendo in macchina lungo una collina vicino Offida e dietro una curva, così, all’improvviso, sono sbucate le montagne con una nitidezza ed una maestosità da lasciare abbastanza senza fiato. Tutte quelle cose lì: cielo blu, colline verdi, neve bianca. Solo che erano colori particolarmente colorati, se mi spiego.

Ero già stato ad Offida, era l’anno scorso per una tavola rotonda, ed avevo già assaggiato alcuni dei vini di Aurora, cantina di cui si dice in giro un gran bene. Da parte mia non posso fare altro che confermare l’ovvio: L’Offida Pecorino “Fiobbo” 2010 è buonissimo e anche di più. Gentile e delicato ma al tempo stesso severo nell’esprimersi, entra nel palato con una forza spiazzante. Rimane teso, tesissimo grazie ad una componente sapida affascinante che, affiancata a note più dolci e vagamente ossidative, regala un assaggio di purezza e complessità. Una grande sorpresa.

In foto uno dei vigneti di Aurora, quello del montepulciano (a conduzione biodinamica, come gli altri). Sullo sfondo, lontano, il Gran Sasso.

Scrivi un commento

Commento