Paragoni impossibili

“Così il Prosecco sfida lo Champagne” (Il Sole 24 Ore)

“Anno effervescente il 2012, il Prosecco batterà lo Champagne” (Italia a Tavola)

“Il Prosecco supererà lo Champagne, nel 2012 400 milioni di bottiglie prodotte” (Corriere del Veneto)

“Il Prosecco italiano batte lo Champagne” (La Repubblica)

Prezzo medio delle uve di prosecco a denominazione di origine controllata, vendemmia 2011: 0,90/0,95 euro/kg. Prezzo medio delle uve di Champagne, vendemmia 2011: 5 euro/kg

Game. Set. Match. Anzi, a questo proposito segnalo un post del mese scorso di Giovanni Arcari su TerraUomoCielo. La zona è quella del Franciacorta, ma il paragone con il Prosecco non cambia poi molto nella sostanza:

“Siamo ancora fermi a rincorrere le quantità, convinti che una buona massa critica porti inevitabilmente alla creazione di un mercato che non aspetta altro di essere saturato, mentre l’unico risultato derivante da azioni tanto stupide altro non è che l’inflazionarsi del prodotto, con un conseguente calo nella percezione qualitativa da parte dei consumatori.”

By Jacopo Cossater This entry was posted in Parlo da solo | and tagged , | Scrivi un commento

5 Commenti

  1. Pubblicato il 7 dicembre 2011 alle 19:30 | Permalink

    La cosa inquietante che la frase “Il prosecco batte lo champagne” è stata più volte detta da Luca Zaia ex Ministro delle Politiche Agricole!!

  2. Pubblicato il 7 dicembre 2011 alle 19:40 | Permalink

    E’ da tempo che dico questa cosa ma i miei colleghi dicono che se si alza il prezzo non si vende più prosecco.
    Luca
    p.s. il cartizze (che è sempre prosecco) se non erro quest’anno è stato pagato 4€ al kg

  3. Pubblicato il 11 dicembre 2011 alle 22:16 | Permalink

    Riflettevo nelle ultime settimane su come all’improvviso, così d’emblé, si è passati dai fiumi di Prosecco a quelli di Glera. Ora tutti fanno glera, solo i migliori prosecco e solo nelle migliori zone viticole. :-)

  4. Pubblicato il 12 dicembre 2011 alle 08:02 | Permalink

    Angelo, te lo spiego io il perchè. I motivi sono 2, il primo è che comprare prosecco sfuso (in serbatoio) costa quasi 2€ più iva e quindi le grandi aziende che vendevano prosecco a prezzi bassissimi dovrebbero aumentare considerevolmente questi ultimi, il secondo motivo è un pò meno simpatico. Dal primo di gennaio anche la doc dovrà mettere la fascetta di stato (di colore blu) e quindi ci si deve scordare il nero ;)

  5. Pubblicato il 12 dicembre 2011 alle 14:43 | Permalink

    Ci hanno preso per cu..o per anni allora… :-)
    Vabbè dai, sempre Italia è!

2 Trackback

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Subscribe without commenting

  • Enoiche Illusioni?

  • Contatto

    jacopo(punto)cossater, la chiocciola, e poi gmail.com

  • Twitter



  • Archivio


  • Tag Cloud

  • RSS

  • Creative Commons

    Creative Commons License