in Parlo da solo

XtraWine, compro solo Tre Bicchieri

La cosa bella nel non gestire direttamente la pubblicità che passa da queste pagine (si, qui andrebbe aperta una parentesi dedicata al funzionamento del network Vinoclic, ma tanto se siete interessati sul sito c’è tutto) è che non ho rapporti con gli inserzionisti. Cioè, proprio non so chi siano, è il network a gestire il tutto. Io, di tanto in tanto, mi accorgo che c’è qualche cosa di nuovo e -regolarmente- vado a curiosare un po’, giusto per capire di che cosa si tratta.

Insomma, tutto questo per dire che in questi giorni nel box qui a destra, a rotazione, appare la pubblicità di XtraWine, uno dei tanti negozi online dedicati al vino che negli ultimi anni sono spuntati un po’ come funghi. Clicca di quà, clicca di là, mi sono accorto che è possibile navigare il loro catalogo non solo, com’è ovvio, per tipologia, zona di produzione e prezzo ma anche per riconoscimenti. Cioè, in un attimo posso sapere quali dei vini disponibili hanno preso i tre bicchieri del Gambero Rosso, i cinque grappoli dell’AIS, le tre stelle di Veronelli (giuro, hanno messo anche quelle), oppure oltre novanta punti secondo Wine Advocate, Wine Spectator e Luca Maroni (ecco, questo è il punto in cui lo scrivente sviene e cade dalla sedia. Luca Maroni? Davvero?).

Non condivido ma in un certo senso capisco la scelta. Anche se, ovvio, come fare a giustificare vini che magari per scelta del produttore non vengono inviati alle guide e che sono buoni tanto quanto? E tutti i vini che hanno preso un riconoscimento sono sicuramente meglio di altri? Però, certo, può essere una chiave di lettura che a qualcuno interessa, ci mancherebbe.

Appurato quindi possa avere un senso inserire quelle che per certe testate sono considerate come eccellenze, perchè mettere anche i due bicchieri ed i quattro grappoli? In questo sistema di riferimenti c’è davvero qualcuno che vuole il vino che è arrivato secondo?

Scrivi un commento

Commento

14 Commenti

  1. Io non sono molto d’accordo Jacopo, e più o meno l’ho scritto anche di là su Intravino qualche giorno fa con il post sui premi supercommentato.
    Io penso che se si mette in discussione una guida allora non si dà valore ad alcuno dei riconoscimenti che questa conferisce.

    Altrimenti, se si vede la guida come riferimento, come pila puntata su alcune bottiglie ritenute, più o meno a ragione, “buone” allora secondo me ha senso non solo evidenziare il campione, ma anche la bottiglia che è arrivata in finale per il massimo riconoscimento oppure la bottiglia che ha conquistato il ‘secondo posto’ e che trovo magari ad un prezzo più concorrenziale.

    Mi baso su esperienze personali e considero questa informazione, che Xtrawine fornisce…molto utile.

  2. Grazie Daniele, in effetti se lo guardi dal punto di vista del prezzo può certamente essere interessante (ma è così davvero?). Ripeto, capisco perfettamente il sistema e credo possa anche essere utile, in alcuni casi. Ma non sono troppe campane, quelle elencate sul sito? Non è meglio allora concentrarsi su una o due guide, magari le più famose ed elencare tutti i riconoscimenti? Da uno a tre bicchieri, per dire.

    In tutto questo XtraWine ha anche un gran catalogo.

  3. Secondo me le mettono tutte in modo molto democristiano…oppure leggila come una tavolozza di classifiche che ognuno può colorare come vuole, generalmente preferisco avere qualche info in più, che non mi serve, che in meno.

    Tanto poi decido io.

    In ogni caso Xtrawine è un gran bel sito

  4. E’ un sito e-commerce e come tale cerca di raggiungere la massa più ampia possibile, maroniani inclusi. A me per dire, ha colpito invece il fatto che nei criteri di filtro sia disponibile anche il filtro per riconoscimenti attribuiti da Xtrawine il che è segno di un lavoro di selezione su cui l’e-commerce mette la faccia nei confronti dei propri clienti. Non male in verità.

    Fil.

  5. I nostri criteri di selezione ed informazione, tengono sempre presente che difficimente si può incontrare il gusto di tutti, desiderano dare il maggior spazio possibile alle esegenze dei diversi targhet che ci seguono.
    Questa la ragione per cui la selezione dei vini avviene sia basandosi su diverse guide, sia sul nostro giudizio personale.
    Ai nostri clienti lasciamo la libertà di decidere a quale guida/opinione ispirarsi per scegliere i vini che preferiscono.

    Francesco
    Sommelier di xtrawine.com.

  6. Personalmente ritengo che avere 100 canali sui quali poter scegliere sia meglio che vedere solo RAI 1. Certamente poi sta a me scgliere se guardare “il grande fratello” o Piero Angela, ma ricordate che c’è utenza per entrambi!
    Stefano

  7. @Mauro
    Della Campania abbiamo attualmente 28 ettichette, averle tutte è ovviamente impossibile, come scegliere?
    Come scritto nel post precedente non è oggettivamente possibile accontentare tutti.
    Dei vini da noi selezionati proponiamo diverse valutazioni proprio per non essere di parte.
    Ma, esprimiamo pure il nostro parere perchè il vino ci piace e desideriamo dire pure la nostra 😉
    Mentre il cliente può sempre lasciare un suo feedback positivo o negativo.
    Ci sono stati casi di segnalazione in cui la richiesta del cliente ha trovato riscontro in una nuova proposta non segnalata nelle guide ma, capisce anche Lei che non è cmq possibile acquistare ogni singolo vino segnalato o desiderato.
    Mi auguro di esserle stato utile nella risposta

    Francesco
    Sommelier di xtrawine

  8. @ Francesco: Grazie della risposta. Si, ho visto, 28 etichette di cui 27 di due aziende. Feudi di San Gregorio e Vinosia.
    Comunque ne ho scritto anche sul mio blog riprendendo il post di Jacopo dove è intervenuto un suo collega.
    Saluti.

  9. @francesco
    @mauro

    Spiace che la discussione si sia un po’ spezzata di qua e di là ma sulla questione molti vini, poche aziende penso di possa lavorare magari non prendendo tutta la linea di una certa azienda ma solo il meglio e soprattutto allargando a scelte un po’ più originali, magari pescando tra produzioni più piccole e di nicchia, ma bisogna anche vedere a chi uno si rivolge.

    Anche qui, segnalo un post che ho scritto qualche tempo fa e che magari può essere utile per chi gestisce un e-commerce:
    http://www.tigulliovino.it/dettaglio_articolo.php?idArticolo=7795

    Ciao, Fil.

  10. @filippo
    Grazie per la segnalazione

    @mauro
    Le cantine della Campania attualmente disponibili su xtrawine sono al momento 8: Feudi San Gregorio, Galardi, La Guardiense, Mastroberardino, Molettieri, Montevetrano, Nanni Copè e Vinosia; il numero di etichette per cantina dipende da diversi fattori. La nostra selezione si basa su: gusti personali, segnalazioni di nostri clienti, guide, riviste…

    Saluti
    Francesco
    Sommelier di xtrawine