in Assaggi, Sicilia

Etna Rosso DOC Girolamo Russo, Feudo 2008

Nerello mascalese, Nerello cappuccio | 25 €

A differenza del San Lorenzo il Feudo è più setoso, forse meno ruvido, appena più fine. Quasi più gentile. Ma che forza, e che eleganza. Al naso emerge una grande complessità floreale ed un frutto meno scaldato dal sole. Rimangono note minerali e dei toni che rimandano ad una speziatura orientale.
In bocca è rotondo, pieno, piacevolissimo. Accompagna il sorso come pochi e poi, al centro, ecco emergere una trama tannica particolarmente integrata al tutto. E poi ha questa leggera nota che rimanda ad una certa idea di acidità che lo proietta lontano, davvero. E’ lunghissimo nel distendersi, di succo e di sostanza.

Oggi preferisco (di poco) il San Lorenzo. Ma questo 2008 ha un futuro radioso.

[s4]

Scrivi un commento

Commento

  1. Uno dei miei vini preferiti….
    Incredibile la storia di Girolamo Russo! Fino a pochissimi anni fà era un apprezzato pianista professionista per poi dedicarsi al vino dopo aver ereditato un vigneto sull’etna!