in Letterature

Il vino a Roma, di Slawka G. Scarso

Per rimanere in topic, e mi riferisco ai libri di carta come Slow Wine, segnalo velocemente questa nuova guida dedicata “alle migliori aziende vinicole del Lazio e ai locali in cui bere bene nella capitale“. L’autrice, Slawka G. Scarso (si, per fugare ogni dubbio la conosco ed è stata così gentile da farmi avere una copia del libro) racconta con dovizia di particolari una marea di enoteche, wine bar, in generale posti dove poter contare su di un buon bicchiere a Roma. Il libro è piacevole e sempre scorrevole e si divide in tre grandi categorie. Nella prima ecco un lungo elenco di posti dove poter “bere in mescita” seguito poi “da bere a casa” e “da scegliere tra le aziende del Lazio”. E attenzione, non si tratta di brevi schede come quelle che si potrebbero trovare su di una qualunque guida turistica. No, qui si tratta di due pagine fitte fitte di informazioni, consigli, aneddoti legati a quel particolare indirizzo. Un amico romano particolarmente addentro a certe questioni, interrogato in proposito, mi ha confermato la validità delle insegne (anche se in questo senso avevo pochi dubbi). Tutto bello quindi, in particolare le pagine che, alla fine, suddividono i vari locali in base al quartiere. Un indice per zone utile per chi, come me, non è praticissimo della capitale. Anzi, un’idea per la prossima edizione potrebbe essere quella di affiancare anche una piccola mappa della città che io, per dire, non saprei dire esattamente dove si trovi la Tuscolana. Ma non è un problema, vorrà dire rimarrò a bere in centro.

Scrivi un commento

Commento