in Parlo da solo

I Fratelli Brunello e l’arte della distillazione

La magia è toccare con mano le vinaccie appena arrivate (di pinot grigio, quelle nella foto) e, praticamente solo un’ora dopo, vedere piano piano sgorgare dall’alambicco a vapore quella che diventerà la grappa che tutti conosciamo. Nonostante l’abbia finalmente visto dal vero credo che la distillazione mantenga una certa aurea di misticismo. La materia che smette di essere tale per diventare qualcosa di superiore, di puro.




Distillare è imitare il sole, che evapora le acque dalla terra e le rinvia in pioggia” Dioscoride Pedanio, medico miliitare e botanico ai tempi di Nerone.

Altre foto nell’album dedicato, su Facebook.

Scrivi un commento

Commento

Webmention

  • Dell’anima della vinaccia » Enofaber's Blog

    […] prima ne ha “rubato” una parte per estrarre il vino. Ma con un vago senso mistico, come condensa meravigliosamente in poche parole il buon Jacopo, si potrebbe dire che la distillazione è l’estrarre l’anima della […]