in Parlo da solo

Bravi, continuate così

Poi però non chiedetevi come mai continuiamo a vedere praterie, davanti a noi.

Il fatto è che noi non possiamo scrivere che un vino è, magari, cattivo. Sono tutti inserzionisti, qualsiasi vino quindi diventa automaticamente buonissimo.

Un giornalista della carta stampata, ieri sera a cena.

Scrivi un commento

Commento

  1. Io ho scelto di visitare direttamente le aziende solo da qualche anno a questa parte. Preferisco di gran lunga quell’informazione…sincera, autentica, vivida e mai scontata!

    Buon lavoro ai professionisti della carta!

    Bf

  2. … di solito se assaggio un vino, mi tengo per me ogni commento e giudizio, finchè non ne leggo l’etichetta e chiedo il prezzo di vendita….
    A quel punto sono in grado di esprimere le mie valutazioni: un vino da 2€ alla bottiglia può sorprendere positivamente esattamente come uno da 20€ può essere tragicamente deludente….
    Un mio ex-titolare diceva: tutto ha un prezzo, l’oro come il letame.

  3. A mio modesto parere la gente dovrebbe imparare a bere vino, non a bere etichette famose osannate e su questo blog ci sono molti esempi di piccole etichette e di vino molto buono.