Maremma Toscana Rosso IGT Massa Vecchia 2003

Merlot, Cabernet sauvignon | 30-40 €

Mi sono svegliato all’improvviso, ma non perchè avessi caldo. Il vento era un sussurrio leggero, fuori, e le tende danzavano lievi come se nulla le potesse disturbare, almeno quella notte. Mi sono girato e, guardando l’alto soffitto, ho avuto per un attimo una sensazione di smarrimento, come se tutto ad un tratto avessi capito di non essere a casa, ma in un posto nuovo, che non conoscevo. Ci è voluto ancora qualche secondo ed il fragile rumore delle onde in lontananza per ricordare e realizzare. E quel senso di smarrimento, quasi di solitudine, è improvvisamente scomparso.
Con gli occhi aperti mi sono girato ed ho cominciato a ripensare a tutto quello che era successo. Alla cena sulla spiaggia, ai sorrisi ed a quella rara sensazione di armonia. Il piccolo fuoco ed alcune candele erano le uniche sorgenti di luce, e forse era proprio per quel gioco di ombre e di penombre che le immagini, almeno nel ricordo, erano così soffici, morbide, praticamente avvolgenti. C’erano le braci ma, intenso, rivivevo nelle narici l’odore della macchia mediterranea. E poi i piedi nudi che giocavano con la sottile consistenza della sabbia, mentre le ore passavano veloci.
Mi sono alzato e guardando fuori dalla grande finestra, verso il mare, mi sono sentito invadere da quella quella sensazione di perfetto e definitivo, anche se inafferrabile. E ho avuto un brivido, e non era il freddo. E’ che sarei rimasto lì per sempre, felice.

Scritto da Jacopo Cossater Pubblicato in Assaggi, Italia, Toscana | Tag: , | Commenta

7 Commenti

  1. mirco
    Pubblicato 23 luglio 2010 alle 17:34 | Link

    Perfetto!!!
    Grande Jacopo e grande Niccolaini

  2. Pubblicato 24 luglio 2010 alle 00:39 | Link

    Che bella Jacopo.
    Questa l’hai scritta che il Massavecchia era ancora tutto in circolo vero?

    Fil.

  3. Pubblicato 24 luglio 2010 alle 00:49 | Link

    Au contraire Fil, proprio questa mattina, a mente lucidissima. E’ che questo particolare assaggio ha lasciato una traccia così forte che sono sensazioni difficili da cancellare.

    E grazie, Mirco.

  4. Pubblicato 25 luglio 2010 alle 15:28 | Link

    “La natura ha voluto concedere alla bellezza tutte le licenze, le ha aperto i cieli, ha fatto innamorare di lei la fantasia. Ma per possedere la bellezza occorre soffrire” A.Torno per la mostra di Steve McCurry a Perugia

    Caro Jacopo, con il tuo testo sei riuscito a esplicitare questa citazione che appositamente ho voluto riportare… ma ciò lo può capire solo chi ha assaggiato il Rosso di Massavecchia e parlato con Niccolaini. Chi non è disposto a rischiare e soffrire per dare alla luce il proprio prodotto, non può ottenere un vino di quel tipo…
    L’inafferrabile ci sorprende proprio nello smarrimento, a volte anche quando tutto sembrerebbe compromesso…
    Bravo

    M.

  5. Pubblicato 25 luglio 2010 alle 17:10 | Link

    wow…

  6. Pubblicato 26 luglio 2010 alle 00:11 | Link

    Grazie Gabriele, gentilissimo.

    Mirco, grazie anche a te. Quando scrivi che l’inafferrabile ci sorprende proprio nello smarrimento riesci a descrivere con parole certi vini nati da un’idea in un certo senso avanguardista, sempre coraggiosa. E ce ne sono molti, là fuori.

  7. Pubblicato 26 luglio 2010 alle 00:21 | Link

    Sì Jacopo, per fortuna è proprio così, e il fascino di ciò nell’ambito “vino” è che spesso l’avanguardia non è altro che il recupero di una tradizione; per dirla con le parole di un mio amico: “Sei talmente indietro che sei avanti”… ;-)
    Ciao

    M.

2 Trackbacks

  1. [...] Rosso, Massa Vecchia. Perchè entrambe le volte era bottiglia tanto definita quanto definitiva, quella [...]

  2. Scritto da Non ci sono più le stagioni di una volta | Enoiche illusioni il 17 ottobre 2012 alle 12:37

    [...] Vecchia, Maremma Toscana Rosso 2003. Altro assaggio che periodicamente riemerge. Che la prima volta – un paio d’anni fa abbondanti – avevo trovato splendido. Che [...]

Commenta

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I Campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Sottoscrivi senza commentare



  • La gestione della pubblicità su questo blog è interamente affidata al network Vinoclic.

  • Enoiche Illusioni?

  • Contatto

    jacopo(punto)cossater, la chiocciola, e poi gmail.com

  • Twitter

  • Archivio


  • Tag Cloud

  • Creative Commons

    Creative Commons License