in Assaggi, Italia, Trentino-Alto Adige

Vigneti delle Dolomiti IGT – Radoar, Loach 2007

Zweigelt | 15-20 €

La strada è quella che da Bolzano porta verso Vipiteno e i vigneti, prima cosa, sono alti, molto alti. Intorno agli 800 metri sul livello del mare, per intenderci. Ma un po’ i terreni ed un po’ la cura cui vengono trattati fanno si che si riesca a fare grande qualità anche lassù, praticamente in cima alla montagna.

Lo Zweigelt, seconda cosa, è vinificato da praticamente nessuno. Bisogna andare a trovarne traccia in rete per scoprire che si tratta di un incrocio creato all’inizio del novecento in Austria, e che ricorda un po’ il Pinot nero. Almeno al naso.

A sentirlo infatti regala quelle sensazioni rarefatte tipiche del vitigno amico, magari appena più intenso, forse più concentrato. Ma tant’è.
Bello, in bocca. E’ soffice ed avvolge, e poi una piacevole nota più pungente accompagna tutto l’assaggio regalando un finale di particolare pulizia.

Una bella scoperta.

[s4]

Scrivi un commento

Commento

  1. Io avevo l’occasione di godere invece il Radoar Rot IGT 2008 con pinot nero e lagrein, che ho trovato incantevolissimo. Ora vado nella ricerca di questo suo fratello con lo sconosciuto vitigno Zweigelt…

  2. Ho aperto stasera un 2006, corretto a penna su una etichetta che riportava “2007”. Fresco, balsamico, note affumicate non comuni e persistenti. E poi la spezia, che scivola su un letto di buona acidità tipica della mela ed un colore da schiva, limpido nel suo ribes. Altri loach ho bevuto, di altre annate: questa tuttavia ha qualcosa di particolare ed a mio avviso superiore. Peccato che è l’ultima in cantina….