in Assaggi, Champagne, Francia

Champagne Ayala, Cuvée Rosé Brut Nature

Chardonnay, Pinot nero | Sboccatura settembre 2008 | 40-50 €

Se forse la prima cosa cui pensi con il bicchiere pieno è una certa austerità, è all’assaggio che Ayala ti spiazza. Sarà per quel nervo, o forse per quelle note inaspettate.

Il rosa è scuro ed antico, il perlage fitto, di rara eleganza. E poi a sentirlo, ah, tutto quello sfondo di sottobosco, vero protagonista, ancor più delle più ovvie note fruttate del pinot nero.
In bocca è particolarmente compiuto, e si caratterizza per una spalla acida di particolare importanza. Riempie il palato, ricordando magari assaggi di altre tipologie. Allo stesso modo però, subito dopo, si caratterizza per una grande scorrevolezza e pulizia, a richiamare un altro bicchiere.
Solo apparentemente solenne, diventa facilmente bevuta amica.

[s4]

Scrivi un commento

Commento