in Assaggi, Italia, Toscana

Rosso di Montepulciano DOC – Poderi Sanguineto 2008

Prugnolo gentile, Canaiolo nero, Mammolo | <10 €

Sempre a proposito del fatto che è più difficile fare un ottimo vino che costa poco piuttosto che il contrario, ecco, il Rosso di Montepulciano di Dora e Patrizia sposta un po’ più in là l’idea che questa particolare denominazione di ricaduta (si dice così, pare) non possa esprimere grandi vini.

C’è questo rosso a base di prugnolo che racconta di una tipicità, quasi croccante, fatta di freschezze e di fragranze. Esprime profondità, pur essendo diretto. I sentori sono rossi, certo, ma con una caratteristica dietro quasi più minerale.
In bocca ha quella polpa pur essendo scorrevole e bevibile – nella migliore accezione possibile. Un rosso di Montepulciano di grande personalità, con quel finale pungente, e piacevolissimo.

[s4]

Scrivi un commento

Commento

Webmention

  • Poderi Sanguineto, il Nobile di Montepulciano Riserva 2006 | enoiche illusioni

    […] Di Dora e di Patrizia ho già scritto in più di un’occasione, dell’altro loro 2006, del rosso e della cantina in generale. Rimane il fatto che in un panorama certamente un po’ piatto i […]