in Parlo da solo

Media 140 food&wine, una considerazione a margine

La cosa che più mi ha colpito, ed emozionato, durante l’incontro di Perugia, sabato scorso, è che il numero di persone che ci seguiva in streaming era enorme. E poi il flusso di commenti, osservazioni, domande che veniva generato su twitter (l’hashtag era #media140) era inarrestabile, e vederlo scorrere faceva un effetto strano, come se la forza di quel network fosse lì, visibile ed afferrabile. Eravamo a Perugia ma eravamo dappertutto.

Scrivi un commento

Commento

12 Commenti

  1. Giusto, il web a Perugia ha letteralmente rotto le barriere fisiche. Esempio, ormai, di come un evento oltre che essere reale deve vivere anche nell’online perchè da lì possono nascere spunti e riflessioni ancora maggiori.

  2. Era la prima volta che assistevo ad un evento in streaming vista l’impossibilita’ di essere a Perugia e sono veramente orgogliosa di averlo vissuto interamente dall’inizio alla fine pur non essendo li’. E’ decisamente giusto che gli eventi si possano seguire anche live!Complimenti!

  3. Bellissimo incontro anche se purtroppo l’entomologia agraria mi ha detto devi studiare ihihih(p.s ero a Pg).Comunque l’ho seguita in steaming e soprattutto molto interessante è stato l’intervento del signor Paglia che ha rappresentato il punto di unione tra il mondo del vino (vero) e i media. Ahh poi anche il moderatore è stato bravo hihihi.