in Assaggi, Italia, Umbria

Umbria Bianco IGT – Paolo Bea, Arboreus 2006

Trebbiano spoletino

Forse mi sbaglio ma la sensazione, subito, al primo assaggio, è quella di trovarsi di fronte ad una bottiglia che potrebbe rimanere a riposare in cantina per molto, moltissimo tempo.
E non è così giovane, in effetti, che a guardare la vendemmia è di oltre tre anni fa. Ma, andiamo oltre.

Il Trebbiano spoletino di Paolo Bea è vibrante e tesissimo. Un piccolo capolavoro. Solo poco più di tremila bottiglie per un vitigno che alcuni coraggiosi viticoltori hanno riscoperto da alcuni anni a questa parte.
Il colore ammalia, chiaro ma tendente ad una certa ramatura, di quelli che sono stati a contatto con le bucce per un po’. Il naso, inizialmente etereo, si apre a grandi sensazioni fruttate, agrumate, appena minerali.
E poi in bocca questa spalla acida importante per presenza, che poi apre ad una bevuta decisa e scorrevole, appena tannica, molto corrispondente con le sensazioni olfattive. Ed è pulito, e buonissimo.

L’idea, poi, è che tra dipiù -e per dipiù intendo tanti anni- possa regalare emozioni enormi. Adesso corro a cercarne altre.

[s4]

Lascia una Risposta per attoadivenire Cancella Risposta

Scrivi un commento

Commento

  1. Io sono un fissato di grechetto ma il trebbiano spoletino rappresenta sempre quella cosa particolare da mettere a tavola,anche perchè su 6 cantine che lo producono, ogniuno lo fa diverso dall’altro.Dall’altra parte è abbinabile, per grazia divina mooolto bevibile e fresco.MHHHHH insomma è una bottiglia finita(RARO DI QUESTI TEMPI).Qui a perugia dove lo trovo l’arboreus???o meglio farsi una scappatella direttamente da Bea???magari costa meno..

  2. Ahhhhh già visto li non c’è, mi sa che vado a fare la passeggiatina se c’ho tempo, magari ne prendo più di una comuque grazie lo stesso.

  3. Vini affascinanti quelli di Paolo Bea ma che hanno, oltre al neo della reperibilità (ma ormai son rassegnato a improbabili sbattimenti), quello del prezzo, ahimè non esattamente popolare. Vero che la qualità si paga, ma 70/80 euri per un sagrantino son veramente tanti. Qui su che cifre siamo, così per curiosità?

  4. Uhm, ciao Gabriele. Così tanto per il Sagrantino? Dovrei controllare, ma sono abbastanza certo che qui a Perugia in enoteca viaggi a cifre molto minori. Devo controllare, però. Idem per il Trebbiano. In serata passo a vedere..

  5. Scusate se mi impiccio comunque il prezzo del sagrantino di bea qui intorno a perugia dovrebbe attestarsi su 40-50euro(oggi vedo all’enoteca di collestrada).I trebbiani invece variano molto tra loro come prezzi ma arrivano max a 15 euro (in enoteca) escluso bea naturalmente.Si trovano anche nella g.d.o molto spesso i trebbiani con prezzi molto bassi.

Webmention

  • Novelli e l’occasione per tornare sul Trebbiano Spoletino | Enoiche illusioni 12 febbraio 2011

    […] interpretazioni un guizzo che lì non c’era. Per maggiori informazioni citofonare Antonelli, Bea, Collecapretta, Pardi, Tabarrini. E sono solo i primi nomi che mi vengono in […]

  • Umbria Trebbiano Spoletino IGT – Collecapretta, Vigna Vecchia 2008 | enoicheillusioni 12 febbraio 2011

    […] prima, lo splendido Arboreus di Giampiero Bea, era già passata da queste parti non così tanto tempo addietro. La seconda, questa, costa molto […]

  • Notizie dai blog su Umbria Bianco IGT Trebbiano 2007 – Collecapretta 12 febbraio 2011

    […] Umbria Bianco IGT – Paolo Bea, Arboreus 2006 Trebbiano spoletino Forse mi sbaglio ma la sensazione, subito, al primo assaggio, è quella di trovarsi di fronte ad una bottiglia che potrebbe rimanere a riposare in cantina per molto, moltissimo tempo. E non è così giovane, in effetti, che a guardare la vendemmia è di oltre tre anni fa. Ma, andiamo oltre. blog: Enoiche Illusioni | leggi l'articolo […]