in Assaggi, Emilia-Romagna, Italia

Lambrusco dell’Emilia IGT – Camillo Donati, Il Mio Lambrusco 2007

Lambrusco Maestri ed altre varietà | <10 €

Era un obbligo cominciare a scrivere della nouvelle vague dei Lambruschi da quel Camillo Donati così conosciuto anche oltre i confini regionali.

Il Suo Lambrusco è assaggio di profondità e piacevolezze. Scuro, certo, regala complessità davvero inaspettate. Che qui si va, oltre al frutto iniziale, dal timo al rosmarino, dalla ciliegia al pepe nero. E poi pulizia ed armonia. All’assaggio è più che intrigante, estremamente equilibrato e con una sapidità giusta, integrata. E’ ricco, morbido, un bicchiere chiama immediatamente il successivo.

Un Lambrusco buonissimo.

[s4]

Lascia una Risposta per Jacopo Cossater Cancella Risposta

Scrivi un commento

Commento

  1. Sono stato da Camillo Donati ad agosto per il Lambrusco e son tornato a casa conquistato da barbera e malvasia (sia secca che passita). E’ impagabile incontrare personaggi come lui o Angolino Maule. Che il cielo ce li conservi !

Webmention

  • Barbera dell’Emilia IGT Camillo Donati 2006 | enoiche illusioni 10 settembre 2010

    […] nome di Camillo Donati è comparso su queste pagine più di una volta, sempre però legato al suo lambrusco (e sauvignon) o comunque a quella che alcuni avevano timidamente definito come la nouvelle vague […]

  • Dieci vini per il duemiladieci. E dieci canzoni. | enoiche illusioni 10 settembre 2010

    […] Il mio lambrusco, Camillo Donati. Questo, simbolicamente uno per tutti, a raccontare la realtà dei lambrusco a […]