in Buone idee, Lombardia

Contadi Castaldi ed il progetto Cuvée Design

L’idea è semplice e giustissima al tempo stesso: fare comprendere il più possibile (spiegandolo con parole semplici) come si realizza una cuvée. E non una qualsiasi, attenzione, ma il Satèn millesimato di Contadi Castaldi, azienda che non nasconde di ambire ad essere leader per questa particolare tipologia di metodo classico.

Satèn? No, non è una parola francese,o bresciana, ma un termine nato proprio in Franciacorta che ricorda la seta, con tutte le sensazioni tattili che questo comporta.
Questi spumanti infatti hanno due caratteristiche fondamentali: sono prodotti da sole uve bianche, chardonnay o pinot bianco, e sviluppano, in bottiglia, una pressione minore rispetto ad altre tipologie. Ecco quindi il loro essere particolarmente vellutati.

Contadi Castaldi, che per inciso non è proprio una realtà piccolissima, circa 120 ettari per una milionata di bottiglie, l’ha pensata nel modo –davvero– più intuitivo possibile. Un bicchiere di Satèn, non poteva mancare, ed alcune schede descrittive del lavoro che viene svolto prima in vigna, poi in cantina con l’assemblaggio ed il successivo tiraggio.
Per esempio, sapevate che la vendemmia produce più di settanta differenti vini base? Quei vini che poi serviranno a produrre i diversi tagli che troveremo nelle loro bottiglie, dal brut al rosé. Il Satèn 2005 nello specifico deriva da ventisette differenti vini.
Le schede raccontano tre particolari elementi descrittivi del vino ed in particolare da quali peculiarità o lavorazioni derivino: morbidezza, finezza, complessità.

Al di là della grande chiarezza e semplicità è comunque evidente il tentativo di andare oltre un linguaggio poco chiaro e troppo ingessato e raccontare un vino nella sua interezza, giocando, imparando ed assaggiandolo.

Si è capito che è iniziativa che mi piace?

Scrivi un commento

Commento

Webmention

  • Franciacorta DOCG – Contadi Castaldi, Satèn 2005 | Enoiche Illusioni 23 gennaio 2010

    […] wifi con il router Telecom Alice Gate 2La (mia) carta dei viniI produttoriDi cosa si tratta « Contadi Castaldi ed il progetto Cuvée Design 24 gennaio […]