in Assaggi, Italia, Val d'Aosta

VDT – Feudo di San Maurizio, Saro Djablo 2007

VDT - Feudo di San Maurizio, Saro Djablo 2007

Uvaggio: Barbera, Freisa, Ciliegiolo, Dolcetto, Gamay, Petit rouge, Fumin e Premetta in percentuali diverse a seconda delle annate | Prezzo: 10-15 €

Un vino fuori dai soliti canoni. Un vino fuori dalla DOC poichè sono impiegati vitigni alloctoni ed autoctoni in proporzioni variabili. Un vino prodotto con vigne vecchie almeno di 30 anni.

Anche questo assaggio si è svolto ad Aymavilles, in occasione della Rassegna dei vini valdostani. Il Feudo di San Maurizio si trova a Sarre, poco distante da Aosta e propone, oltre ai classici Doc valdostani, anche un paio di vini fuori dagli schemi, tra cui questo Djablo.
Colore è rosso rubino carico, con un leggero riflesso granato: consistente, fa intuire che ci troviamo di fronte ad un vino dotato di corpo. Al naso emerge subito la frutta sotto spirito e le spezie, tabacco e cuoio. Con il passare dei minuti si aggiungono note di liquirizia e di cacao. Tutti i sentori sono netti, puliti e intensi. In bocca è una sorpresa, è molto morbido ma allo stesso tempo corposo e dotato di una struttura notevole. Tannini setosi, sapidità e una buona persistenza completano il quadro di un assaggio davvero interessante.

[s4]

Scrivi un commento

Commento

  1. Ho visto Valle d’Aosta subito mi è tornato in mente ..qualcuno sa se intorno Perugia cè qualche enoteca che ha lo chaudelune vin de glace sono troppo curioso di berlo, comunque strana la presenza del ciliegiolo anche perchè gli altri più o meno sono prestati dal vicino Piemonte sicuramente per un curioso come me è un buon spunto di assaggio.

  2. Salve Francesco, sul fatto che il Djablo è un ottimo spunto non c’è dubbio: è un vino dotato di personalità ed è ben fatto. Anche lo Chaudelune della Cave di Morgex è un assaggio che merita: purtroppo non sono in grado di darti informazioni sulle disponibilità vicino a Perugia. Grazie per il tuo commento.

  3. Un vino molto interessante, anche per la presenza di più vitigni in esso.
    Spero presto che si possa organizzare con te ed altri amici appassionati un evento legato ai vini della Valle d’Aosta, che necessitano di essere conosciuti.

  4. Caro Vittorio, hai ragione. La VdA è una realtà che merita grande attenzione anche per la grande varietà dei vitigni presenti e la presenza di terroir spesso unici…. A presto 😉

Webmention

  • Vin de Table Sarro Djablo – Feudo di San Maurizio 19 settembre 2009

    […] sua terra (penso alla storia del Pierrots 2006). Avevo già parlato di questo vino sulle pagine di Enoiche Illusioni, grazie all’ospitalità di Jacopo Cossater. Un vino particolare, una commistione di vitigni […]

  • Pierrots – Feudo di San Maurizio » Enofaber's Blog 19 settembre 2009

    […] sempre del Feudo di San Maurizio ho assaggiato anche un particolare VdT, il Saro Djablo.. ne parlo qui, su Enoiche Illusioni, il blog di Jacopo… 0 Commenti Presente in Valle d'Aosta, […]

  • Pierrots – Feudo di San Maurizio « Enofaber's Blog 19 settembre 2009

    […] sempre del Feudo di San Maurizio ho assaggiato anche un particolare VdT, il Saro Djablo.. ne parlo qui, su Enoiche Illusioni, il blog di […]