in Parlo da solo

E’ notizia datata, e le percezioni sono condizionate dalle aspettative

tasting

Così un giorno decidi di iscriverti ad un corso sul vino, compri libri sull’argomento, studi, ti eserciti, degusti. Investi tempo e denaro.

Ad un certo punto arriva un signore francese e ti fa assaggiare un vino bianco. E poi lo stesso vino bianco, reso rosso da un colorante insapore.

Tu non lo riconosci, anzi, è certamente un altro vino. E ti senti un po’ scemo, credo.

Via Corriere della Sera

Scrivi un commento

Commento

  1. La prima volta che faccio un commento su questo blog ma che seguo già da molto che emozione.Comunque è la verità come succede tante volte quando hai bevuto nella tua mente pensi mhhhhh tutti questi soldi per un simile bicchiere.Nei vini le finezze sono importanti ma costano care….

  2. Ho partecipato ad un seminario di percezione sensoriale in cui l’esperimento era stato fatto con succhi di frutta. Un assaggio di due succhi con il loro colore abituale, così come lo vediamo nelle bottiglie, ed altri due bicchieri con gli stessi succhi a cui era stato aggiunto colorante. L’aula ha riconosciuto senza problemi il gusto dei succhi con colori abituali, ha invece sentito profumi e sapori diversi nei succhi adulterati con un semplice colorante inodore ed insapore.
    Aggiungo che non si trattava di un’ala di degustatori inesperti. Degustiamo con gli occhi, la bocca il naso e …la mente. Ma non è questo il fascino?

  3. Ciao Francesco e grazie di essere intervenuto. Una volta è successa una cosa simile anche a me. Senza saperlo mi era stato servito un bicchiere di vino rosso, un taglio bordolese italiano. Contestualmente mi era stato anticipato come grande assaggio, di quelli importanti e costosi. La mia reazione? Generalmente positiva. Peccato in verità fosse assaggio (molto più economico) che solo poche ore prima avevo scartato come pretenzioso. 😉

    Sara, eccome. E’ materia che vorrei approfondire e che mi affascina. Queste influenze, che ci portano ad avere convincimenti a priori, sono determinate da fattori culturali? Ambientali? Entrambi? Bella esperienza quella che porti come testimonianza..