in Letterature

Le più belle strade del vino, Itinerari in Europa tra filari e vigneti

lepiùbellestradedelvino

E così mi ritrovo tra le mani un bellissimo libro, che difficilmente avrei comperato, di quelli che magari avrei sfogliato in libreria pensando ‘hey, questo si che è fatto bene’, ma che poi avrei scartato per destinare i miei fondi altrove.
Perchè è vero, forse, che scrivere delle più belle strade del vino d’Europa può apparire scontato: in fondo le regioni sono le più famose, Roja, Bordeaux, Champagne, Borgogna, Alsazia, Langhe, Chianti, Mosella, Tokaj e tante altre. Ma. C’è un ma. Capita che il libro che mi ritrovo tra le mani sia corredato da fotografie splendide, che racconti i territori in modo semplice ma non scontato. Che consigli le cantine con metodo, per ogni regione; le più famose magari, ma è giusto così, per la maggior parte dei casi è fama meritata.
Ho letto con interesse il capitolo dedicato all’Umbria e credo non aggiungerei una riga a quanto scritto. Semplice, facile, decifrabile. Giusto, se mi passate il termine.
E certo, c’è qualche perplessità di fronte all’assenza di regioni storicamente rilevanti come la Valpolicella, o emergenti, come la Campania, tanto per dire. E se un intera sezione è dedicata alla Francia meridionale, perchè non fare lo stesso con l’Italia, invece di spendere sedici pagine per la Sicilia? Ma tant’è, Ornella D’Alessio e Marco Santini hanno confezionato un volume godibilissimo, che fa venire voglia di saltare in macchina e partire, perdendosi a girovagare per vigne, lasciando ogni problema alle spalle.

Su IBS, qui.

Alle spalle, poi, dicevo. Domani parto per girovagare un po’ la Scozia, territorio che mi attirava da troppo tempo per rimandare ancora. Il blog starà fermo un po’, e mi dispiace, ma è giusto così. Buone vacanze, a presto.

Scrivi un commento

Commento

Webmention

  • Notizie dai blog su Quale strada per le Strade del Vino in Campania?

    […] Le più belle strade del vino, Itinerari in Europa tra filari e vigneti E così mi ritrovo tra le mani un bellissimo libro, che difficilmente avrei comperato, di quelli che magari avrei sfogliato in libreria pensando ‘hey, questo si che è fatto bene’, ma che poi avrei scartato per destinare i miei fondi altrove. blog: Enoiche Illusioni | leggi l'articolo […]