Umbria IGT – Castello della Sala, Bramìto del Cervo 2008

Bramito del CervoUvaggio:Chardonnay

Giallo paglierino, appena dorato sul bordo. Ad un naso molto pulito si affiancano idee di vaniglia, comunque di passaggio in barrique, una certa mineralità ed un frutto piuttosto evidente. In generale grande riconoscibilità del vitigno. In bocca rimane decisamente rotondo, quasi morbido, strutturato e grasso. Magari poco emozionante, ma così è questo vitigno, da questa zona, dopo un certo affinamento in legno. Ecco. Giusto così.

By Jacopo Cossater This entry was posted in Assaggi, Italia, Umbria | and tagged , | Scrivi un commento

2 Commenti

  1. Stefano Caffarri
    Pubblicato il 7 giugno 2009 alle 07:44 | Permalink

    Jack, pensi che non sarebbe ora di fare una rubrica duepuntozero [;-)] per raccogliere i nomi-da-vino più inverosimili?Questo andrebbe di corsa in mezzo al Picchio della Sfulminaia e al Corbezzolo del Prevosto…

  2. Jacopo Cossater
    Pubblicato il 8 giugno 2009 alle 08:16 | Permalink

    Una volta avevo letto del 'Malicchia Mapicchia', un primitivo pugliese. Si classificherebbe bene.. 😀

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*

Subscribe without commenting

  • Enoiche Illusioni?

  • Contatto

    jacopo(punto)cossater, la chiocciola, e poi gmail.com

  • Twitter



  • Archivio


  • RSS

  • Creative Commons

    Creative Commons License