Terroir Vino 2009, note a margine

Terroir VinoVa detto che avresti voluto essere presente a Genova per Terroir Vino anche gli altri anni, questa era la quinta edizione, ma per tutta una serie di impegni lavorativi non eri riuscito a raggiungere la città ligure. Sbagliando, pare.
Terroir Vino, da come si legge anche sul sito, è l’evento annuale organizzato da TigullioVino.it, online magazine italiano dedicato al mondo del vino a partire dall’aprile del 2000. Occasione di verifica e confronto con i protagonisti dell’informazione online, gli operatori del vino e i lettori, Terroir Vino è un banco d’assaggio di qualità superiore: solo il meglio dei vini e degli oli effettivamente degustati dalle due commissioni degustatrici del sito, presenti i produttori.

Ti sei accorto poi, durante la giornata, che è manifestazione organizzata in modo praticamente perfetto, senza ma.
La location è quella delle grandi occasioni, Palazzo Ducale – qui e qui due foto di Studio Cru, per rendere l’idea.
Gli espositori presenti sono 125, tutti (tutti) che giocano le proprie carte sulla qualità complessiva della loro offerta e, cosa che ti sta particolarmente a cuore, erano tutti presenti, di persona (a differenza di Vini nel Mondo a Spoleto, ne avevi scritto solo pochi giorni fa).
Il servizio a supporto di Terroir Vino è il migliore in cui tu ti sia mai abbattuto. Ghiaccio sempre disponibile, come acqua, grissini, pane e, leggero stupore, tutta una serie di stuzzichini salati gentilmente serviti verso l’ora di pranzo.
L’ambiente, poi, è molto rilassato e sereno, avevi come la sensazione che fosse davvero occasione di confronto per tutti. E non è poco.

E i vini? Vista la qualità media complessiva andrebbero citati praticamente tutti. Tu, in particolare, ti sei segnato la bella pulizia del Prosecco Extra Dry de Le Vigne di Alice, la mineralità del Soave Colli Scaligeri di Sandro De Bruno, l’essere imperiale ed elegante del Grenache Cuvée Lauzettes di Domaine de la Gramière, il Canaiolo L’imbrunire ed il Chianti Rosae Mnemosis di Villa Petriolo. Ed ancora gli Aglianici tutti di Carbone, il Vermentino di Deriu ed il Cannonau ‘Sos Usos de una ‘Ia’ di Gostolai. In parallelo, poi, l’aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia dell’Acetaia San Giacomo ed il miele d’uva di Mirco Mariotti.

Ma sei consapevole di avere assaggiato solo una piccolissima parte dei vini presenti e, con un po’ di nostalgia, ti consoli pensando all’edizione 2010 che speri davvero di non mancare.

Scritto da Jacopo Cossater Pubblicato in Liguria, Vedo gente, faccio cose | Tag: , | Commenta

6 Commenti

  1. Pubblicato 18 giugno 2009 alle 23:17 | Link

    Ciao, credo di essere il primo a scrivere su wp…
    Peccato non essere riusciti ad incontrarci a Genova, sarà per la prossima volta…
    Hai ragione quando dici “Ma sei consapevole di avere assaggiato solo una piccolissima parte dei vini presenti”, infatti io ho avuto modo di soffermarmi su La Stoppa, Il Tufiello e Tenuta Grillo, le birre di MoBI, La Porta di Vertine, Campi di Fonterenza, Attanasio, e ne ho persi un centinaio, più o meno…da tornarci, senz’altro…anzi;perchè ci sono andato solo ora?

  2. Pubblicato 18 giugno 2009 alle 23:29 | Link

    Si, peccato davvero. Spero ci sia un’altra occasione a breve. E si, sei il primo commento di questa nuova piattaforma.. ci sono ancora mille cose da sistemare, come penso tu possa notare.
    Terroir Vino, anche per me era la prima edizione, è appena diventato appuntamento imperdibile ;)

  3. Pubblicato 18 giugno 2009 alle 23:33 | Link

    Beh, aggiustarlo…non si finisce mai, t’assicuro :)
    Sì, devo dirti la verità, ormai appuntamento imperdibile anche per me, non me lo aspettavo fosse così interessante!

  4. Pubblicato 22 giugno 2009 alle 18:17 | Link

    un saluto a tutti, è un peccato non esserci conosciuti a genova spero però di avere un altra occasione per farvi assagiare i miei vini e conoscerci di persona.

    sicuramente alla prox edizione di terroir vino.

    vincenzo

  5. Pubblicato 22 giugno 2009 alle 20:04 | Link

    @Vincenzo Speriamo ci sia altra occasione allora. A presto.

  6. Pubblicato 29 giugno 2009 alle 19:41 | Link

    Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l’iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su “Inserisci il tuo blog – sito”
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

Un Trackback

  1. [...] Genova, a Terroir Vino, il mese scorso, mi avevano affascinato tutte le declinazione dell’Aglianico di [...]

Commenta

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I Campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Sottoscrivi senza commentare



  • La gestione della pubblicità su questo blog è affidata al network Vinoclic.

  • Enoiche Illusioni?

  • Contatto

    jacopo(punto)cossater, la chiocciola, e poi gmail.com

  • Twitter



  • Archivio


  • Tag Cloud

  • Creative Commons

    Creative Commons License