in Buone idee, Parlo da solo

Un altra iniziativa è possibile

“Ma secondo te un post vale 12 bottiglie di vino?”

“Dipende, ma non è questo il punto, perchè non è che se scrivi poi -automaticamente- loro ti spediscono la campionatura, mica funziona così eh..”

“Ah no?”

“No, è una specie di concorso. Cioè. Tu scrivi il post e scegli un numero”

“Uh?”

“Si, guarda. E’ semplicissimo: intanto devi scrivere qualcosa di questa iniziativa, dedicando loro un po’ del tuo preziosissimo spazio. Un post, insomma. Importante che ci sia un link al loro negozio online, vini-pregiati.it, in riferimento al Nobile di Montepulciano. Alla fine loro sceglieranno un blog a cui spedire sei bottiglie tra Vino Nobile e Rosso.”

“Cercano di creare un po’ di buzz intorno alla loro attività, insomma.”

“Esatto, provando contestualmente a migliorare il posizionamento sui motori di ricerca. E poi scegli un numero, tra 1 e 90, ed in base ad un’estrazione del lotto di un determinato giorno, se lo hai beccato, vinci le famose dodici bottiglie.”

“Bene, anche se non è che tu ti sia spiegato proprio chiaramente”

“Guarda, qui ci sono tutti i dettagli”

“Ho capito, è una specie di marchetta.”

“Ma no! E a te poi cosa costa? Insomma, se va male alla fine avrai perso solo qualche minuto.”

“Ok..”

“Ma hai scelto il numero?”

“Eh? Ah, si, il 61”

“Bravo, bene.”

Scrivi un commento

Commento

  1. Ho visto un paio di blog che hanno fatto la cosa che tu hai segnalato. Mha !!! La “promozione” in rete segue o deve seguire principi etici o (auto)limitazioni nella sua diffusione? Il quesito base al quale mi porta il tuo bel post è però : come si promuove una bottiglia in rete ? Parlando del suo contenuto o diffondendone il brand ? Domanda retorica ? uhmmmm…mica tanto sai.

  2. Ripeto la domanda:sulla rete (internet) prima il contenuto o prima il brand ?attenzione se si punta sul secondo la rete è in grado di distruggere e creare senza “ragion veduta”.Come si promuove una bottiglia in rete senza “rischiare” al sotto/sopra – valutazione ? Meglio così ?Ho letto il post di marketing del vino: intelligente.L’inziativa di Vini pregiati punta sulla diffuzione del brand (solo apparentamente sul contenuto).

  3. Hai ragione. Quella di vini pregiati è iniziativa più di facciata, che mira a fare conoscere il proprio nome (ed aumentare il rating su google in relazione al nobile di montepulciano) che altro. Come scrivevo infatti sul blog di Slawska credo che sia necessario lavorare per fidelizzare potenziali clienti. In questo senso le strade da percorrere possono essere molte. Mi era piaciuta, per esempio, la campagna che fece Wine to Wine club con Vinoclic.Mi spiego. Adesso che conosco vini pregiati, *perchè* dovrei comprare da loro il Nobile di Montepulciano?E’ tutto qui.