in Assaggi, Italia, Toscana

Aleatico dell’Elba Passito DOC – Sapereta 2006

Uvaggio: Aleatico

E finalmente da queste parti passa un bevuta dolce. Ne era passato, francamente, troppo, di tempo. Io lo avevo preso direttamente sull’isola, la scorsa estate e si, avete ragione, potevo aspettare ben di più per stapparlo. Però ero curioso, ecco.
E’ vino da grande meditazione, molto concentrato, dal colore fitto, violaceo scuro, carico, dagli archetti pesanti e definiti. Ha un impatto aromatico, al naso, straordinario per intensità e franchezza. Al di là del frutto rosso, ancora giovane e potente, emergono sensazioni erbacee, speziate, minerali. In bocca è pieno di sè, coniuga morbidezza e ruvidità. Il tannino è tanto, appena scontroso ma equlibrato. E’ lunghissimo, più di quanto ci si aspetti, e termina compatto, con una nota meno dolce. Se ne avete una bottiglia in cantina io dico di aspettare, potrà dare grandi soddisfazioni, anche se già adesso è buonissimo.

[s4]

Scrivi un commento

Commento

  1. faccionescamente, devo dire che in effetti io avevo un 2004. che per la verità mi hanno venduto come la migliore annata delle ultime settemila…

  2. Vi ringrazio per i commenti favorevoli che mi hanno fatto davvero piacere. Sono il produttore dell’Aleatico dell’Elba Sapereta.
    Vi invito, se venite all’isola d’Elba, a passare dalla Cantina. Sarò felice di farVi assaggiare le ultime annate prodotte.
    E’ un lavoro che faccio con il cuore, che necessita di tanto impegno, per questo mi fa piacere che i risultati siano apprezzati!

  3. Grazie Italo dell’intervento. Quale migliore occasione per farti i complimenti per questa bellissima espressione del tuo territorio. Non mancherò di farti visita, la prossima volta che sarò all’Elba!
    Un caro saluto.