in Assaggi, Umbria

Umbria IGT – Lungarotti, San Giorgio 2003

San GiorgioUvaggio: Sangiovese, Canaiolo, Cabernet sauvignon

Vino solenne, il San Giorgio. Anche se in questo caso bevuto in eccessiva gioventù. Rosso rubino scuro, con chiari riflessi violacei. Naso di rara intensità. Una sottile nota eterea e balsamica fa da sfondo ad un naso di frutti rossi marmellatosi e sciroppati. In bocca il tannino è leggermente astringente e la sapidità va domata. E’ però largo, nobile, lungo e piacevolissimo. Da lasciare in cantina per riparlarne tra anni. E sarà ancora più buono.

[s4]

Scrivi un commento

Commento