in Assaggi, Campania, Italia

Taurasi DOCG – Salvatore Molettieri, Vigna Cinque Querce 2003

Uvaggio: Aglianico

In questi ultimi due giorni, come avrete visto, mi sono cimentato in alcuni, anche se non radicali, cambiamenti dell’interfaccia del blog. Volevo renderla più completa e volevo sfruttare maggiormente lo spazio che avevo a disposizione. Spero di esserci riuscito. Adesso vorrei provare a postare con regolarità. O quantomeno a non lasciare passare troppo tempo tra un post e l’altro. Uno ogni due giorni, massimo? Uh.

Torno intanto a parlare di vino, com’è giusto. E torno con una bottiglia davvero importante. Con una delle massime espressioni del Taurasi. Io, purtroppo, non sono ancora riuscito ad assaggiare un Cinque Quercie degli anni novanta. Si dice fosse più fine, forse meno muscoloso o comunque dal gusto -un po’- meno standardizzato. Posso dire però che, di fronte a questo 2003, è innegabile ci si trovi di fronte ad un bellissimo aglianico. Il colore è intenso, vivo, rosso rubino scuro. Il naso è importante, molto complesso, caratterizzato da sensazioni che spaziano dai frutti rossi in confettura al tabacco e caffè, da sentori tostati a sentori balsamici. In bocca stupisce per freschezza. Il tannino lascia presagire un bellissimo futuro. Il finale è lunghissimo, con un carattere dal frutto dolce, ma vivo.

[s4]

Scrivi un commento

Commento