in Assaggi, Italia, Sicilia

Sicilia IGT – Frank Cornelissen, Magma Rosso 2002

Uvaggio: Nerello Mascalese

Difficile parlare di Magma, vino di punta di Frank Cornelissen. Potrebbe rivelarsi necessario rivedere i propri metri di giudizio. Il colore, ad esempio. Dopo essersi ossigenato a dovere la scala di riferimento non è quella dei rossi, come ci si aspetterebbe, ma quella dei grigi. Continua evoluzione, quindi. Inizialmente rosso rubino scuro, dopo pochi minuti viola, sempre piuttosto scuro. Ed infine il grigio, asfalto, con una punta di granato a dargli un po’ di vivacità. L’unghia è, ancora, grigia, senza appello, che sfuma verso la trasparenza. Il naso, molto pulito, anch’esso in cambiamento, ricorda note ossidate di frutta rossa e di minerali. Ricorda il vulcano, ecco. In bocca è delicato ma potente, con una certa corrispondenza con il naso, e con una persistenza lunghissima, che si dimentica con difficoltà. L’acidità si fa piacevolmente notare, il tannino meno, è più delicato. Il finale è di liquirizia. E’ speciale. E costa molto, forse troppo.

[s4]

20/04/2008 – Ecco una fotografia di una delle tante sfumature del colore del Magma. A ripensarci adesso sarebbe stato fantastico fotografare tutta l’evoluzione del colore. A ripensarci adesso. Appunto.

Frank Cornelissen, Magma Rosso 2002

Scrivi un commento

Commento

  1. Tanti giudizi contrastanti, per il Magma. Chi lo ama e chi lo odia. Io posso dire che l’ho trovato terribilmente caro…