Sardegna IGT – Capichera, Vermentino 2006

Uvaggio: Vermentino

Bevuto con uno spettacolare piatto di spaghetti alla chitarra con lumachine di mare, calamaretti e creste di gallo, non sfigurava affatto. Elegante nella sua freschezza, colpisce per i profumi e per la pulizia dei sapori. Al di là del colore, giallo paglierino brillante, con riflessi che sterzano sull’oro bianco, quello che mi è piaciuto di più è certamente il naso: minerale, fruttato, floreale. Come detto, in bocca rimane equilibratissimo, un momento sapido, un momento fresco, un momento caldo, un’onda perfetta fino alle sfumature fruttate finali.

By Jacopo Cossater This entry was posted in Assaggi, Italia, Sardegna | and tagged , | Scrivi un commento

Un Commento

  1. Pubblicato il 7 luglio 2009 alle 15:42 | Permalink

    mi piace assai, il vendemmia tardiva poi che fa un giretto in barrique per me è ancora più buono
    bevuto recentemente da finger’s, però ero in porta romana pultroppo e non dal fratellino a baja sardinia

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi tag e attributi HTML <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Subscribe without commenting

  • Enoiche Illusioni?

  • Contatto

    jacopo(punto)cossater, la chiocciola, e poi gmail.com

  • Twitter



  • Archivio


  • Tag Cloud

  • RSS

  • Creative Commons

    Creative Commons License