in Assaggi, Italia, Lombardia

VSQ – Berlucchi, Cuvée Imperiale Brut N.V.

Uvaggio: Pinot nero, Chardonnay, Pinot bianco

Chi non ha mai fatto un brindisi a Berlucchi alzi la mano. Cinque milioni di bottiglie. Mica noccioline. L’assemblaggio per fare il loro brut “base” viene da varie zone – hey, non è mica una cuvée particolare, stiamo parlando di quella imperiale – Franciacorta, Trentino, Oltrepò pavese. Alla faccia del Terroir.
La degustazione? Non è difficile. Il colore sterza sul dorato. Il perlage è fitto, la spuma interessante. Al naso i sentori tipici dei metodi classici a base pinot nero. Quindi piccola pasticceria, crosta di pane, ma anche pesca, ananas e acacia dati dallo chardonnay. In bocca perde qualche cosa in termini di acidità. Ma la morbidezza non manca. Se proprio lo devo dire il naso era ben più interessante. Ma lo sapevate già. Ne sono sicuro.

[s3]

Scrivi un commento

Commento