in Assaggi, Umbria

Orvieto Classico DOC – La Raggiera 2006

Uvaggio: Trebbiano, Grechetto

A proposito di questo vino cominceremo col descriverne il colore, giallo paglierino tendente al dorato. Continueremo con il parlare di sensazioni olfattive che ci ricordano la mela, l’albicocca, i fiori gialli. Eccoci descrivere sentori piuttosto delicati che, alla fine, dietro, hanno un ricordo balsamico, quasi clorato. Scriveremo che la prima sensazione, dopo essere scivolato in bocca, è di calore. Solo al secondo sorso cercheremo le sensazioni più spigolose, quelle a noi più care. Invano. Benino la freschezza, meno l’acidità. Però non scriveremo di un vino non equilibrato, anzi. Tutte le belle parole a proposito dell’esame olfattivo hanno un reale riscontro sul palato, addolcito da un finale, piuttosto persistente, che ricorda la mandorla. Ma non ci limiteremo a questo. Scriveremo anche che non ci è dispiaciuto affatto. Che, visto il suo prezzo sugli scaffali della grande distribuzione, meno di tre euro per una bottiglia da settecentocinquanta millilitri, si rivela un buon affare. Ed adesso, buonanotte.

[s2]

Scrivi un commento

Commento