in Assaggi, Italia, Toscana

Vino Nobile di Montepulciano DOCG – Poliziano, Asinone 2004

Vino Nobile di Montepulciano DOCG – Poliziano, Asinone 2004

Uvaggio: Prugnolo Gentile, Colorino, Merlot

Avere vissuto tanto Umbria, avere girato e tutt’ora amare così tanto la Toscana, avere iniziato lì a cercare di bere vino consapevolmente ha fatto sì che io sia cresciuto con il sangiovese. Faccio fatica a descrivere la sensazione di “casa” che sento quando infilo il naso in un bicchiere pieno di rosso del Trasimeno, o di rosso di Montefalco, come di rosso di Montepulciano e tanti altri. Mi manca il centro Italia.

L’Asinone nelle annate migliori viene prodotto unicamente a sangiovese. Mentre, per ottenere un prodotto più concentrato e meno spigoloso, nelle altre viene inserita una piccola percentuale di Colorino e di Merlot. Bello il colore, rosso porpora scuro. Il naso sa di casa, come dicevo. E’ ampio, ha profumi netti e profondi che spaziano dalla frutta rosso al sottobosco, dai fiori secchi al tabacco e al caffè. E’ equilibrato, è morbido, più che caldo, i tannini sono vellutati, c’è sia la freschezza che una punta di acidità. Scivola in bocca che è un piacere e ci rimane a lungo. Mi piace molto. Consapevole di essere di parte.

[s4]

Scrivi un commento

Commento